Eventi

Ricordando Ferdinand Porsche – Concorso d’Eleganza Amarcord 2021

By  | 

È un Hebmuller 14/A del 1949 il Best Of Show al “Concorso d’Eleganza “Amarcord” del Memorial Alberto Betti, organizzato dal Club Volkswagen Italia, con il Patrocinio gratuito dell’A.A.V.S Associazione Amatori Veicoli Storici, federata FIVA dal 2000 (www.aavs.it) e dei Comuni di Rimini e Verucchio.

Nel 70° anno dalla scomparsa dell’Ing. H.C. Ferdinand Porsche, si è deciso ricordarlo con un esclusivo raduno tra l’entroterra Romagnolo ed il mare, denominato “Dagli Appennini alle onde” riservato ad un numero chiuso di esclusive e rare vetture VW della primissima serie anni ’40 -’50 – ’60 “Due vetrini, Ovalini e 6 Volt”.

Gli oltre 40 Equipaggi partecipanti a questo evento sono stati accolti nella cornice del Piazzale Fellini adiacente al Grand Hotel di Rimini. Tutti gli iscritti al Raduno e Concorso d’Eleganza, accolti dalle Hostess del Club Volkswagen Italia, hanno ricevuto un utile e simpatico ‘welcome gif’ di benvenuto con radar, regolamento concorso ed ombrello, confezionato in una shopper Volkswagen offerta dalla storica Concessionaria di zona Reggini, all’interno della quale c’erano: l’ultima copia della Rivista SlowDrive Magazine, “house organ” dell’A.A.V.S., una bottiglia di vino autoctono Sangiovese e per le Signore, anche una rosa in dono. La Giuria, composta dal Vicedirettore di Ruoteclassiche Carlo Di Giusto, dal Perito di Auto Storiche, Giuseppe Cagnani e presieduta da Marzio Cavazzuti, Pres. del Club Volkswagen Italia, ha cominciato, nel pomeriggio di sabato, la disamina delle 28 vetture pre-iscritte al Concorso d’Eleganza “Amarcord”. Conclusa la prima fase di expertise, e dopo essere stati fotografati singolarmente uno ad uno sullo sfondo della fontana del Largo Fellini, i partecipanti hanno ordinatamente mosso verso il centro storico, sostando presso il Ponte Millenario di Tiberio. Al rientro al Grand Hotel, dopo un rapido cambio d’abito, ha avuto luogo nel parco-giardino dell’Hotel il vin d’honneur con la partecipazione di alcune Autorità cittadine, come il Prefetto Dr. Giuseppe Forlenza e del Comandante Provinciale dei Carabinieri, Colonnello Mario la Mura, assieme naturalmente agli ospiti e ai radunisti.

Al termine della prelibata cena di Gala nei sontuosi saloni del Grand Hotel di Rimini, si è tenuta una rappresentazione scenica nella quale sono state interpretate le due figure storiche dell’Inventore del Maggiolino e di Ferry Porsche. A seguire sono state consegnate a tutti gli equipaggi le preziose ‘car badge’ commemorative dell’evento, appositamente realizzate per quest’importante occasione. Il Vicedirettore di Ruoteclassiche, ricevendo in dono il foto album autografato da tutti i partecipanti al Raduno, ancora “fresco di stampa”, ha commentato come tutte le vetture partecipanti al Concorso d’Eleganza fossero molto belle, alcune bellissime e come l’accoglienza e la cura per gli ospiti fosse stata una “coccola” di alto profilo. A questa dichiarazione hanno fatto eco quelle del Direttore del Grand Hotel Dr. Angiulli e del signor Gianni Montanari, Patron e fomentatore di questo evento. Domenica mattina, l’arrivo delle ultime vetture iscritte ha salutato la splendente giornata sempre nei pressi del Piazzale Fellini, dando la possibilità al pubblico di curiosi ed appassionati di seguire la “passerella d’onore” con la presentazione delle singole vetture e degli Equipaggi, anch’essi in costumi dell’epoca, curata da Marzio Cavazzuti e Gianni Montanari; commentatore e ospite d’onore Massimo Tentori, ex presidente e socio fondatore del Maggiolino Club Italia.

Puntualmente alle 12.00 il suono delle sirene dei Carabinieri motociclisti ha dato inizio alla suggestiva sfilata sul lungomare di Rimini e con la loro impeccabile scorta, gli uomini dell’Arma hanno saputo abilmente far scorrere il lungo corteo delle veterane e variopinte Volkswagen sino alla salita panoramica di San Marino, per raggiungere il Ristorante “Al Mastin Vecchio” dell’Hotel Oste del Castello- di proprietà del noto collezionista Volkswagen Stefano Biotti – situato nel centro storico di Verucchio Alta, incantevole borgo medioevale, la cui vista spazia dalla Valmarecchia fino a tutta la maestosa costa riminese.

 Al termine del pranzo conviviale, si sono tenute le premiazioni dei veicoli vincitori e la selezione per il Concorso d’Eleganza che ha visto premiate:

Trofeo A.A.V.S: Type 1/11G due vetrini trasformabile del 1951 di Filippo Ragnolini;

Trofeo Eleganza: Type 1/11° Standard Pearl Grau sedan del 1952 del ticinese Mauro Bulletti;

Trofeo Club Volkswagen Italia: Porsche Typ 166  Schwimmwagen di Dave Fury dalla Svizzera;

Best Of Show del Memorial Alberto Betti: Hebmuller 14/A del 1949 di Aurelio Belussi;

Premio extra concorso per Fabio Prati con Typ 1/11C sedan del 1951 che ha vinto una Perizia certificativa, gentilmente offerta dal Perito Giuseppe Cagnani;

Premio extra concorso per equipaggio Manni con Karmann Ghia Typ 14 prima serie coupè del 1958

Premio extra concorso: per Stefano Visentini con Porsche Typ 82 Kubelwagen 1943

Grande soddisfazione è stata espressa sia dai partecipanti che dagli organizzatori: Marzio Cavazzuti, Gianni Montanari e Stefano Biotti che hanno voluto nuovamente ringraziare tutti i radunisti e collaboratori oltre all’Arma dei Carabinieri di Rimini per il fattivo supporto volto alla realizzazione della manifestazione.

Dopo la lunga pausa causata dalla nota pandemia, si riprende dunque l’attività sociale del Club Volkswagen Italia che vuole mantenere, con stile, i suoi costanti valori fondamentali: Storia – Passione – Cultura.

Avatar

Classe ’61, sposato dal 1983 con due figli, ha esordito in ambito professionale in una emittente locale bresciana ove ha fatto esperienza a tutto campo fino ad arrivare al ruolo di segretario di produzione, per passare poi al settore commerciale Automotive dove nel 2006 ha maturato un Master in Gestione Commerciale d’Impresa. Dal 2007 si occupa in prevalenza di auto di interesse storico, sportive e da collezione. Attualmente è Project Manager della “Divisione Classic” di Franzoni Auto. Come giornalista non professionista scrive per alcune riviste di settore e si occupa anche della comunicazione aziendale per conto di alcune associazioni e club di auto storiche. Tra queste si segnala il suo contributo come Promoter della Fondazione “Giorgio Brunelli” per la Ricerca sulle Lesioni del Midollo Spinale” e la sua partecipazione attiva nel direttivo della A.A.V.S federata alla F.I.V.A. E’ inoltre Socio Onorario con incarico di Ufficio Stampa del Club Volkswagen Italia, Vice Presidente del Biturbo Club Italia, Ufficio Stampa dell’Opel Fans Italy e dell’artista Luana Raia “Eventi”.