Eventi

Le Lancia protagoniste al Concorso d’Eleganza di LarioFiere

By  | 

Il Centro Fiera di Osnago ha chiuso per ristrutturazione e la Mostra Scambio a Favore della Ricerca sulle Lesioni del Midollo Spinale ha trovato un nuovo magnifico contenitore espositivo “LarioFiere” presso Erba (CO).  Sempre con il motto “Chi aiuta l’uomo aiuta se stesso”, si è quindi rinnovata questa 11^ Mostra Scambio in una nuovo contesto LarioFiere ad Erba (CO), uno spazio modernamente concepito, sede dei principali eventi economici, culturali e di aggregazione del territorio.

Organizzata dall’”Associazione Amici della Paraplegia”con il patrocinio del Comune di Erba (CO), e delle Provincie ed Enti Camerali di Como e Lecco, con il sostegno di oltre 34 associazioni ruotanti intorno al tema delle auto e moto storiche, è stata allestita, con la collaborazione del Veteran Car club Como e Auto Moto Club Anni ‘70, la nuova edizione che per festeggiare la nuova “casa”, è tornata a proporre la 2^ edizione del Concorso d’Eleganza per 29 selezionate vetture di interesse storico dal 1925 al 1995, settant’anni di storia dell’automobile.

fiat

Il tutto sempre per raccogliere fondi per la “Ricerca sulle Lesioni del Midollo Spinale“. Tra le Mostre Scambio in Italia, si è distinta anche quest’anno per avere l’ingresso a costo modico (6 euro) offrendo in questa nuova elegante cornice, Auto, Moto, Mezzi da lavoro, Ricambi e Accessori, Automobilia, Modellismo, Editoria, Club e Registri. La mostra-scambio è stata, come sempre, dedicata a Dino Cordaro, grande appassionato seicentista scomparso prematuramente, mentre promotore di questa e di altre manifestazioni di raccolta fondi è Angelo Colombo, primo volontario al mondo operato dal professor Giorgio Brunelli, a cui è intitolata la Fondazione per la Ricerca sulle Lesioni del Midollo Spinale.

Quest’anno la 11^ Mostra Scambio di Erba ha visto celebrare alcuni importanti anniversari quali i 50  Anni – dell’Autobianchi A111 – A112, della Fiat  128 edi 60 anni della celebre MINI.

Il Concorso d’Eleganza ha visto le 29 selezionate vetture distinte in 5 categorie:

Veteran, costruite tra il   1905 – 1945
Vintage, costruite tra il 1946 – 1955          
Post Vintage, costruite tra il 1956 – 1965          
Classic, costruite tra il 1966 – 1975
Young Timer, costruite tra il 1978 ed il 1998

Nella hall di LarioFiere i visitatori venivano subito attirati da tre splendide vetture: Una Salmson GS8GD del 1929, una vettura nata come vettura da corsa e che ha partecipato a 3 edizioni della Mille Miglia. Una Lancia Astura Torpedo Grand Sport Castagna del 1933, vettura che nel settembre del 1933 fu iscritta al 5° Concorso di Eleganza a Villa d’Este, durante il quale fu guidata dallo stesso Castagna e dove vinse la 1^ Coppa d’Oro. Terza vettura, facendo un salto di 51 anni, la Ferrari Testarossa del 1984 detta Monodado o Monospecchio, disegnata da Leonardo Fioravanti per Pininfarina, con il primo dodici cilindri boxer in configurazione a quattro valvole per cilindro inserito sotto il cofano posteriore di una Ferrari stradale. A completare l’invitante atrio per gli appassionati delle due ruote una intrigante collezione di motocicli NSU.

Nella mattinata di sabato la giuria presieduta da Carlo Carugati membro del direttivo A.A.V.S (Associazione Amatori Veicoli Storici) www.aavs.it federata FIVA, insieme a Sergio Puttini, storico dell’arte e della storia dell’automobile, con la “quota rosa” di Daniela Maestri Romeo,  nipote del Fondatore dell’Alfa Romeo, Nicola Romeo, ha esaminato, con scrupolo, le vetture iscritte ed esposte in Fiera per il Concorso d’Eleganza. Nel pomeriggio, dopo un saluto a mezzo video della Dottoressa Luisa Monini, che ha condiviso il ricordo del Professor Brunelli, con una simpatica intervista da Lei realizzata alcuni anni fa, si è tenuta la sfilata organizzata dalla Collezione Vintage di Titti Valsecchi, che per ogni presentazione delle vetture partecipanti al concorso d’eleganza ha abbinato filmati storici e modelle in costumi d’epoca dal tema:“ Dalla Crinolina alla Minigonna “.

mostra scambio lario

Domenica mattina 22 settembre, si è tenuto il tradizionale grande raduno di auto e moto storiche denominata “Passeggiata d’Autunno“, raduno per auto e motociclette di interesse storico e sportive di tutti i tempi, per ammirare i paesaggi e le curiosità della Brianza con foto ricordo scattata alla partenza del raduno.

Presenti molte Fiat 500 facenti parte di alcuni dei conosciuti Club di fans della piccola vettura italiana. Presenti anche varie Fiat 600 tra le quali una versione in allestimento Caprera, facenti parte del club Fiat 600 ligure. Da segnalare anche alcune vetture particolari quali: Fiat 128 Rally 2^ serie, Mercedes 170 D Cabriolet, Maserati Merak SS, Studebaker Champion, Peugeot 504 Cabriolet, Alfa Romeo 2600 Touring ed un Fiat 238 tetto alto ex ambulanza.

Scortati da un nutrito schieramento di volontari, protezione civile, motociclisti, con apripista l’Alfa Romeo 90 1.800 del Gruppo Auto Moto Storiche dell’Arma Pastrengo (G.A.S.A.P) guidati dal Brigadiere Domenico Lo Faro, con la scorta di cinque favolose Honda Gool Wing,e di ben altri 40 motociclistici e ben 25 persone ferme in ogni angolo di tutto il percorso organizzato dal moto club di Erba, in sicurezza e tranquillità abbiamo potuto effettuare uno stupendo giro panoramico che ha toccato i paesi di Merone, Costa Masnaga, Cibrone , Tabiago, Nibionno Bulciago per arrivare a Cassago Brianza, che ricorda sempre il Presidente Sandro Pertini, e dove il gruppo di vetture e motociclisti sono stati accolti dal Sindaco Avvocato Roberta Marabese, con la fascia tricolore.

Dopo l’aperitivo offerto dal gruppo di volontari di Cassago Brianza, si è tenuto il viaggio di ritorno con un percorso alternativo che ci ha fatto passare da Garbagnate Monastero, Molteno (dove abitava Lucio Battisti), Bosisio Parini, Cesana Brianza, Pusiano, con il suo laghetto, per ritrovarci infine ad Erba.

Nel frattempo, dall’apertura della Fiera la “giuria popolare” dei visitatori, ha continuato a votare per, un ulteriore premio ad una delle vetture partecipanti al Concorso d’Eleganza. Si sono tenute quindi le premiazioni di tutte le attività e categorie della manifestazione. Per il Concorso d’Eleganza, il Presidente ci ha tenuto, anche a futura memoria, segnalare i tre criteri di giudizio che sono stati promossi nella valutazione :

  1. Condizioni estetiche di presentazione della vettura (stato di conservazione e/o restauro)
  2. La rilevanza storica del modello
  3. La rilevanza estetica, con particolare attenzione al giudizio della quota rosa in giuria.

In base a questi elementi ecco i primi classificati di categoria che fino al 1965 ha visto trionfare il marchio Lancia:

  1. Categoria Veteran : Lancia Augusta lusso 1934
  2. Categoria Vintage: Lancia Aurelia B53 Viotti Giardinetta 1952
  3. Categoria Post Vintage: Lancia Flaminia Touring GT 1963
  4. Categoria Classic: Citroen DS 20 Break 1975
  5. Categoria Young Timer: Ferrari F 355 Spider 1995

Premio “Desiderio e Immagine”Alfa Romeo Giulietta berlina del 1958
Premio “Rilevanza tecnica” Alpine a 110 1300 Tour de France del 1966
Premio “Rilevanza agonistica” Ferrari 275 GTB Short Nose 1965
Premio “Cultura e Storia” Mercedes 170 V Cabriolet  1939
Premio “Cromatismi e Colore” Fiat 1200 Trasformabile 1958

Il Premio della Giuria Popolare è stato assegnato alla Ford Model A del 1939.

Infine con una scelta controtendenza, per alcuni coraggiosa, ma all’avanguardia, la Giuria ha decretato Best of Show, la Lancia Aurelia B53 Viotti Giardinetta, una vettura che all’epoca anticipava il concetto delle grandi e spaziose Station Wagon di oggi, in un periodo nel quale la “Giardinetta”, ricordiamo, termine brevettato da Viotti, era nella maggioranza vista solo come vettura da carico, lavoro e non per la famiglia ed il tempo libero. Un riconoscimento a grandi uomini italiani come Vincenzo Lancia, Vittorio Viotti, uomini che guardavano al futuro con coraggio e sana intraprendenza.  Ed un riconoscimento al grande collezionista Guido Lamperti che ha riportato al massimo splendore questa vettura al fine di lasciarci una traccia di storia dell’automobile, per le future generazioni.

mostra scambio lario

Angelo Colombo simbolo e promotore di tutte le iniziative organizzate al fine di raccogliere fondi da destinare alla Fondazione e primo volontario al mondo operato dal professor Giorgio Brunelli, con il suo coraggio e il suo carattere, ha ringraziato tutti per il continuo stimolo a perseverare su questa strada. Trovata la “nuova casa” per questa pregevole iniziativa di solidarietà,Angelo Colombo vi aspetta,numerosi, per l’edizione n° 12 nel 2020. Il tutto sempre con maggior entusiasmo con sempre maggiore attenzione alla qualità, sempre all’insegna della solidarietà, perché “chi aiuta l’uomo aiuta se stesso”!

Avatar

Classe ’61, sposato dal 1983 con due figli, ha esordito in ambito professionale in una emittente locale bresciana ove ha fatto esperienza a tutto campo fino ad arrivare al ruolo di segretario di produzione, per passare poi al settore commerciale Automotive dove nel 2006 ha maturato un Master in Gestione Commerciale d’Impresa. Dal 2007 si occupa in prevalenza di auto di interesse storico, sportive e da collezione. Attualmente è Project Manager della “Divisione Classic” di Franzoni Auto. Come giornalista non professionista scrive per alcune riviste di settore e si occupa anche della comunicazione aziendale per conto di alcune associazioni e club di auto storiche. Tra queste si segnala il suo contributo come Promoter della Fondazione “Giorgio Brunelli” per la Ricerca sulle Lesioni del Midollo Spinale” e la sua partecipazione attiva nel direttivo della A.A.V.S federata alla F.I.V.A. E’ inoltre Socio Onorario con incarico di Ufficio Stampa del Club Volkswagen Italia, Vice Presidente del Biturbo Club Italia, Ufficio Stampa dell’Opel Fans Italy e dell’artista Luana Raia “Eventi”.