Eventi

Tutti protagonisti al 25° Maggiolino Show per il talent di Herbie

By  | 

E’ andato in scena,  a Marina di Cecina, nell’area del Parco Espositivo “I Pini” la XVIII^ Edizione del Maggiolino Show. Questo 25° anniversario dal primo evento, nato nel 1991 per volontà di Salvatore Sangiorgi e del Sindaco di allora, Paolo Pacini, è divenuto il punto di riferimento degli eventi che riuniscono in Italia, gli appassionati di un modello, e dei suoi derivati, che hanno dato il nome  ad un marchio.

Tutti gli aspetti dell’accoglienza sono stati curati in maniera di favorire la partecipazione più etereogena, e varia con particolare riguardo, come in ogni edizione, a chi è venuto con le versioni T2 e T3 camperizzate Westfalia tra le quali un magnifico T3 in versione Joker che è stato all’epoca l’apice del confort realizzato su queste trasformazioni.

Quando, ad esempio, è arrivata la bisarca della Dei Kafer Service, con il suo carico di mezzi storici, sembrava di essere tornati indietro nel tempo, nei gloriosi anni ’60 quando davanti alle Concessionarie Volkswagen pervenivano le assegnazioni  dei Maggiolino pronti da consegnare…

A cesellare la storia di questo quarto di secolo, grazie alla collaborazione tra l’Assessorato al Turismo e Poste Italiane, siamo stati onorati di poter avere un esclusivo servizio speciale di corrispondenza ed affrancatura in veste celebrativa. Esposte davanti allo Stad di Poste Italiane, due Maggiolini, facenti parte della collezione del Presidente del Maggiolino Club Italia: una versione della Polizia di Stato Tedesca e quella del Servizio Postale Svizzero.

DSC06346

Ben duecentocinquanta i veicoli partecipanti che hanno ricevuto la sacca ricordo con i gadget celebrativi . Variegata di conseguenza la panoramica dei veicoli presenti. Il più datato che ha ricevuto, il Trofeo A.A.V.S è stato un due vetrini trasformabile del 1951, conservato e “vissuto” ma perfettamente funzionante, tanto da essere arrivato via strada dalla Svizzera. Va rammentato che questo modello è ancora dotato del sistema frenante  meccanico a corda, ossia privo di impianto idraulico. Onore e merito a mezzo ed al pilota!

Sempre ammirate le versioni “commerciali” di derivazione Maggiolino. Il Famoso Typ 2, si è fatto apprezzare, ad esempio in un ottimo allestimento Combi del 1961 con famigliola al seguito, premiato con una confezione esclusiva della Lego con Typ 2 da montare.

 Presenti anche versioni “Speciali”, come la  celebrativa  “Campione del Mondo”, prodotta da febbraio a luglio  ’72 in circa 6000 esemplari,  del suo caratteristico  azzurro metallizzato, e che è stata premiata, per le sue ottime condizioni di conservazione.

Premiata anche una Dune Buggy, in versione Automirage, vettura tutta restaurata e che partecipava per la prima volta ad un Raduno. Ma l’elenco dei veicoli particolari non è finito.  Presente una rappresentanza delle Typ 3, in versione: berlina, variant ed anche pick up. Le Karmann Ghia Coupè hanno richiamato l’attenzione su questo modello molto particolare ed abbastanza raro.  Infine anche una MP Lafer (riminiscenza di MG TD) su telaistica e meccanica Maggiolino che ha fatto la sua presenza.

Chiusa, per ragioni di spazio questa breve rassegna, veniamo allo svolgimento dell’evento.

Nel primo pomeriggio di sabato 14 si sono svolte le prove dell’Herbie Talent Show. Storicamente il Maggiolino Show ha sempre unito la passione alla musica, all’arte ed al ballo. Per questo 25° si è creato un evento nell’evento, ricostruendo il set cinematografico di Herbie Love Bug, il primo film del 1968 prodotto dalla Walt Disney ed avente come protagonista il Maggiolino (Herbie) e con la partecipazione di attori apprezzati, come Dean Jones (Jim Douglas) , David Tomlinson (Peter Thorndyke), Michel Lee (Carole Bennet).

Dopo la sfilata sul rinnovato lungomare di Cecina Mare,  vetture, piloti ed aspiranti attori, si sono preparati per  la Cena di Gala. Si accendono i riflettori, si spengono le luci di sala e va in scena  l’Herbie Talent Show! Quattro le scene riproposte teatralmente : 1) L’incontro fatale in Concessionaria; 2) L’indagine del Commissario;  3) Il Fast Food ed infine 4) L’Irish Coffee.

La giuria composta da: Paolo Pacini (Sottosegretario Ministero dell’ambiente); Massimo Tentori (Socio fondatore ed ex presidente Maggiolino Club Italia); Alessandro Regoli (Presidente Targa Cecina); Dott. Sabatini (ACI – Livorno); Lucia Belaise (Referente territoriale filatelia Poste Italiane); Camillo Croci (Presidente Maggiolino Club Italia), doveva valutare le performance dei singoli attori.

Tutti hanno dato del loro meglio, veramente con il cuore, ed il pubblico ha recepito questo, elargendo applausi a tutta la compagnia.  Alla fine però la dura legge dei concorsi, prevede che è uno il vincitore ed il premio è stato assegnato a Gilles Antonelli, tra l’altro proprietario dell’Herbie in scena, dotato di effetti speciali, quali: accensione auto, tergicristalli, luci, clacson a distanza oltre che dell’effetto di perdita di olio laterale. Gilles ha interpretato il ruolo di Jim Douglas (Dean Jones).

Domenica mattina, dopo l’accoglienza degli equipaggi che non avevano potuto arrivare sabato, tempo ancora per qualche acquisto alla Mostra scambio.  Dopo un inizio di giornata grigia, anche per la domenica siamo stati baciati dal sole ed allora, si parte verso Castagneto Carducci con la tradizionale parata e sosta a Bolgheri sul Viale dei Cipressi. Ci si è quindi spostati a Marina di Castagneto sul lungo mare di Marina di Donoratico per l’aperitivo.

Si vorrebbe fermare il tempo ed avere ancora una settimana, per poter gustarsi questo sole, il mare, la cucina locale, i ritrovati amici… Ma bisogna ritornare, certi che questo 25° resterà nel cuore e nella mente, oltre che nelle foto e nei filmati condivisi, come un’evento memorabile.

Avatar

Classe ’61, sposato dal 1983 con due figli, ha esordito in ambito professionale in una emittente locale bresciana ove ha fatto esperienza a tutto campo fino ad arrivare al ruolo di segretario di produzione, per passare poi al settore commerciale Automotive dove nel 2006 ha maturato un Master in Gestione Commerciale d’Impresa. Dal 2007 si occupa in prevalenza di auto di interesse storico, sportive e da collezione. Attualmente è Project Manager della “Divisione Classic” di Franzoni Auto. Come giornalista non professionista scrive per alcune riviste di settore e si occupa anche della comunicazione aziendale per conto di alcune associazioni e club di auto storiche. Tra queste si segnala il suo contributo come Promoter della Fondazione “Giorgio Brunelli” per la Ricerca sulle Lesioni del Midollo Spinale” e la sua partecipazione attiva nel direttivo della A.A.V.S federata alla F.I.V.A. E’ inoltre Socio Onorario con incarico di Ufficio Stampa del Club Volkswagen Italia, Vice Presidente del Biturbo Club Italia, Ufficio Stampa dell’Opel Fans Italy e dell’artista Luana Raia “Eventi”.