Lifestyle

Tenetevi forte, tornano le Micro Machines!

By  | 

DOPO 14 ANNI LE “AUTO” CHE HANNO SEGNATO UNA GENERAZIONE RITORNANO SUL MERCATO

All’improvviso, quando nessuno mai più ci sperava, arriva il colpo di scena con l’annuncio congiunto di Hasbro e Wicked Cool Toys: i micromodellini che hanno fatto sognare la Generazione Y torneranno presto in produzione.

Alcune Micro Machines muscle car prodotte negli anni ’90

Jeremy Padawer, copresidente di Wicked Cool Toys, ha così annunciato la novità:

Considerando le recenti tendenze di unboxing dei giocattoli, il fascino multigenerazionale del marchio e la maturità della categoria dei veicoli per qualcosa di nuovo, riteniamo che Micro Machines sarà un fenomeno globale.

UN GIOCO CHE HA SEGNATO UN’INTERA GENERAZIONE

Per i nati tra i gli anni ’80 e ’90 le Micro Machines non sono state solamente un gioco ma oggetti di culto, alla pari di Hot Wheels, Mini 4WD, Polistil e Bburago.
Questi micro modellini, sebbene prodotti con licenze ufficiali delle case automobilistiche, avevano la caratteristica di non essere delle riproduzioni perfette delle originali. Le linee della carrozzeria venivano rimaneggiate per rendere questi modellini più ridicoli, con ruote volutamente di dimensioni sproporzionate.
Alcuni set rimangono ancora oggi nella mente dei bambini di allora, come il famoso “Camper delle Micro Machines”, una vera e propria micro città racchiusa all’interno di un veicolo.

Le “macchinine americane” ebbero un clamoroso successo in Europa e in Italia nel 1990, quando comparvero in una scena di “Mamma, ho perso l’aereo”.

Mamma, ho perso l’aereo (1990)

Solitamente venivano vendute in confezioni tematiche contenti cinque pezzi (ma ci furono anche kit particolari da dieci), accomunati da caratteristiche particolari (per esempio modelli appartenenti alla stessa casa automobilistica, oppure auto da corsa partecipanti allo stesso campionato sportivo o addirittura in base alla tipologia di segmento di mercato).

LE MICRO MACHINES IN ITALIA

Le Micro Machines vennero distribuite in Italia tra gli anni ’80 e la prima metà degli anni ’90 da Gig e alcuni particolari set venduti in esclusiva nelle cartolerie Amico Giò. Successivamente la distribuzione italiana venne rilevata da Hasbro, la quale la mantenne fino ai primi anni ‘2000, per poi passare a Rocco Giocattoli fino al 2005, anno in cui terminò la produzione.
Da metà anni’90 venne prodotta e distribuita in Italia un’intera serie dedicata ai Carabinieri, con l’ormai collaudato “Camper Città Elettronica” convertito a “Operazione Città sicura” contenente i soli modellini dedicati all’Arma.

NON SOLO MACCHININE…

Il successo mondiale ottenuto dalle Micro Machines spinse la Wicked Cool Toys a stringere negli anni contratti commerciali tematici esterni al mondo dell’automobilismo, principalmente collegati al merchandising cinematografico: ad esempio vennero distribuite serie dedicate ad Alien, Star Trek, Titanic e Power Rangers. Ma possiamo dire che la più importante rimane quella dedicata alla saga di Star Wars, tantoché nel 2015 venne prodotta una serie apposita per il lancio di “Il risveglio della Forza”, quando ormai le Micro Machines erano scomparse dalla circolazione da quasi un decennio.

Sebbene l’annuncio sia stato dato solo da poche ore l’aspettativa è già grande, con fans e collezionisti che scalpitano per conoscere i nuovi set che verranno presto commercializzati da Hasbro.

Manuele C. Riccardi

Classe 1987, oltrepadano DOC (può essere sia un pregio che un difetto...), collaboratore giornalistico per alcune testate locali. Sommelier con il pallino per le auto d'epoca e le gare di regolarità. Appassionato della storia di vecchi marchi commerciali e automobilistici. Uno su tutti? La Bugatti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *