Events

2° Historic Car Venice: le auto storiche sfilano nella laguna

By  | 

“Le più belle auto di tutti i tempi”, questo il live motive, che l’Automobile Club Venezia ha voluto promuovere per questa seconda edizione del Raduno/Esposizione, con Sfilata nelle vie di Mestre-Venezia fino al Lido di Venezia  nel weekend 14-15 ottobre 2017.  Il Presidente dell’Automobile Club Venezia, Giorgio Capuis, ha lavorato alacremente con il suo staff per fare una “grande kermesse”, lasciando ai partecipanti il piacere di venire a conoscere, per alcuni, l’entroterra di un’area, nota molto spesso solo per il Ponte di Rialto e Piazza San Marco. L’evento ha pertanto coniugato l’evento culturale di radunare collezionisti ed appassionati di vetture d’epoca con una grande novità rispetto alla precedente edizione: dal centro di Mestre (piazza Ferretto) la manifestazione si è allargata fino al Lido di Venezia, arrivando a coinvolgere il cuore della storica città lagunare, il bacino di San Marco dove le vetture vincitrici del Concorso a categoria, a bordo di chiatta hanno infine sfilato.

L’obiettivo di portare nella città metropolitana e nelle aree menzionate auto e uomini che hanno fatto la storia dell’automobilismo italiano è stato condiviso dalla amministrazione comunale, ma non solo. Infatti oltre alle 4 categorie: rilevanza agonistica, progesso tecnico, eleganza , desiderio e immagine, la commissione tecnica presieduta da Dario Mella, con Carlo Carugati e Bruno Vettore, hanno evidenziato riconoscimenti anche per le forze dell’ordine che con entusiasmo e partecipazione hanno esposto alcuni mezzi rappresentativi.

I Carabinieri ad esempio con la nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio. La Guardia di Finanza, con la storica Fiat 1100 103 D. I Vigili del Fuoco con la Isotta Fraschini tipo A. Inoltre, una serie di mezzi militari come il Dodge Commando car del ’42 o la Ford M 151 A1 del’ 64 oltre ad una serie delle conosciute Jeep Willys.  Alle 12.30 si è avuto comunicazione dell’elenco delle 12 finaliste, + 8 menzioni, + 15 premi extra attribuiti ad alcuni veicoli delle forze dell’ordine e nell’anniversario dei 60 anni della Fiat 500 tre premi sono stati attribuiti a versioni meritevoli, come una ormai rarissima N del 1960, una F restauratissima del 1968 con guida a destra ed una L del 1972 nella sua meritevole livrea blu scuro con intonato interno rosso. Nel pomeriggio inoltrato,dopo l’annunciata sfilata da Mestre a Venezia, un gruppo selezionato di veicoli è arrrivato tramite Ferry Boat, con crocera nella laguna, al Lido di Venezia, dove sono stati messi al sicuro nell’Hangar messo a disposizione dall’Aeroporto Nicelli.

La serata si è poi spostata con battello predisposto a Ca Vendramin Calergi Casinò di Venezia per la serata di Gala  con le relative premiazioni, alla presenza del Presidente dell’Automobile Club Italia Sticchi Damiani ed a personaggi dello sport automobilistico, come il Pilota Giorgio Sernagiotto, pilota professionista con un lungo palmares, nonché driver coach.

Domenica mattina dopo il briefing tecnico si è tenuta la rievocazione del Circuito del Lido di Venezia, un tracciato di 3850 m che si svolgeva negli anni ’20 nell’elegante cornice liberty del circuito del Lido conosciuto come “Il Circuito degli assi” nel quale corsero piloti del calibro di Nuvolari. Infine come preannunciato le 12 vetture vincitrici dei premi di categoria sono state imbarcate su chiatta per compiere una singolare crociera in laguna con shooting fotografico davanti a Piazza San Marco, evento che ha segnato il termine ufficiale della manifestazione ed un arrivederci alla prossima  edizione 2018.

Aut

Classe ’61, sposato dal 1983 con due figli, ha esordito in ambito professionale in una emittente locale bresciana ove ha fatto esperienza a tutto campo fino ad arrivare al ruolo di segretario di produzione, per passare poi al settore commerciale Automotive dove nel 2006 ha maturato un Master in Gestione Commerciale d’Impresa. Dal 2007 si occupa in prevalenza di auto di interesse storico, sportive e da collezione. Attualmente è Project Manager della “Divisione Classic” di Franzoni Auto. Come giornalista non professionista scrive per alcune riviste di settore e si occupa anche della comunicazione aziendale per conto di alcune associazioni e club di auto storiche. Tra queste si segnala il suo contributo come Promoter della Fondazione “Giorgio Brunelli” per la Ricerca sulle Lesioni del Midollo Spinale” e la sua partecipazione attiva nel direttivo della A.A.V.S federata alla F.I.V.A. E’ inoltre Socio Onorario con incarico di Ufficio Stampa del Club Volkswagen Italia, Vice Presidente del Biturbo Club Italia, Ufficio Stampa dell’Opel Fans Italy e dell’artista Luana Raia “Eventi”.