People

Il ricordo della prima donna in F1, Maria Teresa de Filippis

By  | 

E’ notizia della settimana scorsa la morte di Maria Teresa de Filippis, che all’età di 89 anni si è spenta l’8 gennaio scorso nella sua casa di Gavarno, sulle colline di Scanzo nel bergamasco. Con lei se ne va un personaggio di grande fascino dell’automobilismo italiano, nonché una pioniera dello sport femminile.

Maria Teresa de Filippis, orgogliosissima partenopea, era nata l’11 novembre del 1926 a Napoli, unica femmina di tre figli e alla giovane età di 22 anni incominciò la sua carriera automobilistica. Si racconta che tutto ebbe inizio in seguito ad una sfida lanciata per scherzo dai suoi fratelli, che diffidando delle sue capacità al volate le proposero una gara di velocità. Inconsapevolmente fu proprio quella sfida a dare l’impulso a Maria Teresa nel muovere i primi passi in un ambiente prettamente maschile che si mostra ancora oggi piuttosto restio alla partecipazione delle donne, figurarsi all’epoca.

Per niente intimorita da questa condizione, la de Filippis vinse la sua prima gara alla guida di una Fiat 500 sulla 10 km Salerno-Cava de’ Tirreni.

Approdò così nel campionato italiano conquistando il secondo posto nella stagione 1954. La versatilità che contraddistingueva Maria Teresa de Filippis, la portò a partecipare a diverse tipologie di competizioni automobilistiche, tra cui gare di durata (partecipò a diverse edizioni della Targa Florio con le Maserati A6G CS/53 e A6G CS/55), prima che le venisse fornita l’opportunità, da parte della Maserati, di partecipare al campionato di Formula 1.

La de Filippis divenne così la prima donna al mondo a correre nella più prestigiosa categoria dell’automobilismo da competizione, nonché l’unica (assieme all’altro volto noto dell’automobilismo al femminile, Lella Lombardi) a essersi qualificata per un Gran Premio.

Teresa univa al fascino di una donna bellissima, le capacità di un pilota che aveva ben poco da invidiare ai suoi avversari uomini, contro i quali si batté per la conquista del campionato di F1 nelle stagioni ’58 e ’59. La carriera della de Filippis fu breve, ma altrettanto intensa: partecipò complessivamente a cinque Gran Premi, di cui 3 sulla griglia di partenza (Monaco, Belgio, Portogallo, Italia e nuovamente Monaco nel 1959), purtroppo senza riuscire a conquistare in nessun caso un risultato di rilievo. La prima partecipazione ad una competizione di F1 avvenne il 18 maggio del 1958 al Gran Premio di Monaco su Maserati 250 F. In quell’occasione la de Filippis non riuscì a qualificarsi per appena 5,8 secondi di ritardo rispetto al tempo dei più veloci sedici partecipanti che riuscirono a posizionarsi sulla griglia di partenza. Poco più tardi, al Gran Premio del Belgio, Maria Teresa ottenne il suo miglior piazzamento conquistando la decima posizione. Ai successivi Gran Premi di Portogallo e Italia, pur riuscendo a qualificarsi, dovette ritirarsi per problemi al motore.

Immeritatamente celebre, fu la frase pronunciata dal direttore di gara del Gran Premio di Francia, nel giugno del ’58 che, opponendosi alla partecipazione di Teresa alla competizione, esclamò: “L’unico casco che una donna deve indossare è quello del parrucchiere”.

La stagione ’59 vide la de Filippis al volante di una Behra-Porsche RSK, con la quale tentò di ottenere la qualificazione al Gran Premio di Monaco, senza tuttavia riuscirsi. Questa fu la sua ultima partecipazione ad una competizione di F1. Diede comunque prova del suo valore anche in quell’occasione completando i giri di qualifica appena un secondo dietro il suo compagno di squadra Wolfgang von Trips.

Maria Teresa de Filippis si ritirò ufficialmente dal campionato di Formula 1 in occasione della morte, sul circuito di Germania, nell’agosto dello stesso anno del suo amico e team leader John Behra, mentre si trovava alla guida della vettura su cui sarebbe dovuta salire lei stessa.

Conclusa la carriera sportiva, Maria Teresa si dedicò alla vita coniugale, dopo essersi sposata nel 1960 con Theodor Huschek, un ingegnere chimico austriaco trasferitosi in Italia per andare a lavorare negli stabilimenti Legler di Ponte San Pietro. Dalla loro unione nacque la figlia Carola.

Il coinvolgimento di Maria Teresa de Filippis nel mondo dell’automobilismo non si spense certo con la fine della sua carriera agonistica. Nel 1979 fondò l’ International Club of Former F1 Grand Prix Drivers, di cui assunse il ruolo di vice presidente nel 1997. Fu inoltre socio fondatore del Maserati Club nel 2004, di cui divenne presidente.

Aut

Sono nato a Torino nel 1988, diplomato al liceo classico e laureato alla Facoltà di Agraria. Fin da ragazzo ho sviluppato una grande passione per l'automobilismo storico in tutti i suoi aspetti, il che mi ha spinto a frequentare il corso di restauro di auto d'epoca promosso dall'ASI e a dedicarmi alla scrittura di articoli sul mondo delle auto storiche.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *