Art

Le BMW Art Cars festeggiano 40 anni

By  | 

Le auto sono opere d’arte? Certamente alcuni modelli sono dei capolavori assoluti di eleganza, di purezza delle linee e di armonia delle forme. Innegabile è il valore artistico di auto come la Ferrari 275 GTB o la Bugatti Type 57. Ma a volte il mondo dell’arte e quello dell’automobile si avvicinano ancora di più, dando vita a creazioni del tutto nuove e stupefacenti. È il caso delle BMW Art Cars.

La loro storia inizia nel 1975 quando il pilota francese Hervé Poulain, per festeggiare la sua prima pole position alla 24 ore di Le Mans, decise di decorare la carrozzeria della BMW 3.0 CLS con cui gareggiava. Per realizzare questa opera chiamò il suo amico artista statunitense Alexander Calder. Nacque così la prima BMW Art Car, che venne portata in pista dallo stesso Poulain ed immediatamente catturò l’attenzione e lo stupore di tutto il pubblico. Anche la Casa automobilistica di Monaco rimase affascinata da questa opera d’arte in movimento e decise di cogliere l’idea al volo e di dar vita alla collezione delle BMW Art Cars.

Calder_CSL

La prima BMW 3.0 CLS di Calder fu anche una delle sue ultime opere dato che morì lo stesso anno in cui venne svelata al pubblico. Successivamente numerosi furono i grandi nomi di artisti che si cimentarono nella decorazione di questi esemplari unici.

Nel 1976 la casa bavarese affidò a Frank Stella il compito di disegnare la seconda Art Car. L’artista di fama internazionale utilizzò come motivo principale una griglia bianco e nera, ispirata ai fogli di carta quadrettati usati nei disegni tecnici, e tagliata da linee e disegni tratteggiati.

1976_frank_stella_BMW_30csl_art_car

Anche il celeberrimo artista pop Andy Warhol nel 1979 si dedicò alla realizzazione di una BMW Art Car utilizzando come base una bellissima BMW M1.

BMW M1

Oltre a questi vanno citati anche altri famosissimi artisti come Roy Lichtenstein, Ernst Fuchs, Sandro Chia e tanti altri, che hanno contribuito a creare e ad alimentare il mito delle BMW Art Cars.

Alexander_Calder,_1975_BMW_3.0_CSL

Quest’anno queste vetture uniche e coloratissime celebreranno il loro 40° compleanno nella splendida cornice di Villa d’Este. Il Concorso d’eleganza per le auto d’epoca più belle al mondo, che si svolge ogni anno lungo le splendide rive del lago di Como, sarà infatti il palcoscenico principale dei festeggiamenti di questo anniversario, grazie anche all’allestimento di una esposizione dedicata all’interno di Villa Erba.

timthumb

Non resta, dunque, che segnare sul calendario le date dal 22 al 24 Maggio per andare a vedere questi capolavori artistici e motoristici senza tempo.

Aut

Classe 1990, sono nato a Milano e vivo a Roma. Sono Laureato in General Management e nel tempo libero mi dedico alla mia passione per le auto. Fin da piccolo giocavo con i mitici modellini Bburago poi crescendo sono passato a quelli in scala 1:1. Amo in particolar modo le Alfa Romeo, che hanno qualcosa di unico, qualcosa che nessun’altro marchio riesce a trasmettere. La mia prima auto è stata un’Alfa GT del ’04 che uso tuttora quotidianamente. Poi ho deciso di entrare nel mondo delle auto d’epoca ed ho comprato un duetto IV serie del ’92… Libidineeee! Infine ho un Audi 80 16v quattro che per me ha un grande valore affettivo, dato che su quei sedili ho trascorso buona parte della mia vita, dal ’95 ad oggi.
Mi piace molto viaggiare, soprattutto in auto. Il mio sogno sarebbe infatti quello di partecipare a gare come il Mongol Rally, la Pechino-Parigi o a qualsiasi altra competizione che preveda un auto, un percorso tra paesaggi mozzafiato ed una buona dose di follia!