VinodiStile

Quest’anno ci saremo anche noi al Mercato dei Vini – TUTTE LE INFO UTILI

By  | 

Ve lo avevamo già anticipato, ma sotto evento torniamo sull’argomento per dirvi che ci saremo anche noi. Sabato 29 e domenica 30 novembre la Fiera di Piacenza accoglierà 259 vignaioli (qui l’elenco completo) da ogni parte d’Italia per la 4ª edizione del MERCATO DEI VINI DEI VIGNAIOLI INDIPENDENTI ITALIANI organizzato da FIVI – Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti e da Piacenza Expo, struttura fieristica che accoglie l’evento. La federazione è attualmente costituita da 800 piccole imprese vitivinicole che si prendono cura di più di 8.000 ettari vitati in tutte le regioni italiane, e che insieme producono ogni anno oltre 55 milioni di bottiglie, esportandole anche all’estero.

1451604_10201940300383368_489398458_n

Il Mercato dei vini è la più grande manifestazione nazionale dedicata ai vini prodotti da vignaioli che seguono direttamente ogni passaggio della filiera produttiva, dalla vigna alla bottiglia, e rappresenta un’occasione unica per scoprire e acquistare i vini artigianali. I visitatori possono degustare centinaia di vini di tutte le tipologie, la maggioranza dei quali da vitigni autoctoni, e li possono acquistare  per  presentarsi  degnamente alle feste di fine anno.

960243_10201940291943157_463652546_n

Noi abbiamo partecipato alla scorsa edizione ed è un appuntamento da non perdere!


Il messaggio nell’immagine

In ogni bottiglia di vino Fivi è custodito un tesoro, un angolo di terra italiana da scoprire e conoscere insieme al vino: questo il messaggio dell’immagine scelta per l’edizione 2014 del Mercato dei vini di Piacenza. Ciascun vignaiolo segue direttamente l’intera filiera produttiva, dalla cura della vigna fino alla vendita delle bottiglie. In ognuna di queste bottiglie è racchiuso, oltre al vino, l’impegno quotidiano per custodire e tutelare il territorio nel quale il vignaiolo vive e lavora.

L’immagine che l’illustratore Marco Cazzato* ha creato per questa edizione del Mercato dei vini è un omaggio alla bellezza femminea che caratterizza molti panorami italiani, alla fertilità della Madre Terra e alla tradizione artistica del nostro paese. Allo stesso tempo la bottiglia si fa paesaggio e racchiude in sé la terra da cui trae origine per poi restituirla intatta nel bicchiere. Il vignaiolo indipendente ha un rapporto diretto con il suo angolo di mondo, lo cura con attenzione e lo valorizza, trasformandone le unicità e l’inconfondibile identità in un racconto liquido, che il vetro custodisce.
Piacenza, sarà per due giorni la più grande piazza italiana del vino artigianale. Sorso dopo sorso, si potranno ritrovare nel calice l’energia e la vitalità che l’agricoltura del nostro paese, nonostante le difficoltà, ancora riesce ad esprimere. Ognuno di noi potrà viaggiare alla scoperta di tante piccole meraviglie e scegliere di portarsi a casa l’angolo d’Italia che più apprezza, custodito in una bottiglia con il logo Fivi.


Highlights

Questa edizione dedicherà un importante momento ad un vignaiolo, che già ha superato la bella età di ottant’anni, LINO MAGA. I suoi colleghi più giovani gli renderanno omaggio per aver dedicato la sua vita alla custodia e promozione della sua terra attraverso un vino simbolo, il Barbacarlo, consegnandogli il Premio “Romano Levi”, ovvero una targa incisa con una illustrazione appositamente creata da Piero Leddi, insieme ad una bottiglia di grappa di Romano Levi. Al centro dell’attenzione saranno anche i Punti di Affezione, enoteche e ristoranti in tutta Italia che hanno scelto di condividere lo stile e gli obiettivi della nostra federazione, e sono ora i luoghi privilegiati dove conoscerci e comprendere il nostro pensiero degustando i vini dei nostri soci.

1472788_10201931666887536_345978668_n

L’evento potrà contare anche quest’anno sul prezioso supporto degli studenti di ALMA Wine Academy nel servizio ai tavoli e sulla partecipazione di Varesco.


 Quattro straordinari vignaioli e i loro vini-capolavoro

Al Mercato dei vini di Piacenza le degustazioni guidate sono un viaggio alla scoperta dell’arte vitivinicola e del territorio italiano. Oltre ai banchi d’assaggio il programma prevede quattro degustazioni verticali dei vini di altrettanti vignaioli che hanno saputo diventare simbolo della loro terra. Rispettandola, raccontandola e interpretandola attraverso vini di straordinaria aderenza territoriale e altrettanta qualità. Capolavori assoluti che ci emozionano e ci restituiscono intatta nel calice la bellezza e la magia di questi diversi gioielli d’Italia.

Sabato 29 novembre

  • ore 14.00 – PIEROPAN. Leonildo Pieropan ci accoglie virtualmente entro la cinta murata della bellissima Soave per una verticale delle annate 2006, 2003 e 1994 di Soave Classico Calvarino e di Soave Classico La Rocca. Condurrà la degustazione Mario Pojer – Pojer e Sandri (Trentino).
  • ore 17.00 – GIUSEPPE RINALDI. Beppe Rinaldi racconterà le differenze, all’interno del suo incantevole territorio, tra Barolo e Ruché, presentati entrambi nelle stesse tre annate: 2007, 2009, 2011. Condurrà la degustazione Saverio Petrilli – Tenuta di Valgiano (Toscana).

Domenica 30 novembre

  • ore 11.30 – EMIDIO PEPE. Sofia Pepe racconta le coraggiose scelte di famiglia e l’approccio responsabile e rispettoso alla magnifica terra  d’Abruzzo  con una  strepitosa verticale  di Montepulciano d’Abruzzo in sei differenti annate: 2010,  2007, 2003, 2001, 2000, 1983. Condurrà la degustazione Saverio Petrilli – Tenuta di Valgiano (Toscana).
  • ore 15.00 – SELVAPIANA. L’autenticità del Chianti Rufina e la sua stessa storia, lette attraverso cinque diverse e incredibili annate: 2009, 1993, 1980, 1978, 1969. Conducono la degustazione Elena Pantaleoni e Giulio Armani – La Stoppa (Emilia Romagna).

Modalità di prenotazione – Le degustazioni guidate hanno un prezzo unitario di € 25,00 a persona. I posti disponibili sono 30 per ogni degustazione e devono essere prenotati inviando una e-mail all’indirizzo accrediti@fivi.it indicando con chiarezza giorno, ora e titolo della degustazione di interesse. Le prenotazioni verranno aperte lunedì 3 novembre p.v. e chiuderanno ad esaurimento posti. L’accesso alle degustazioni è subordinato al pagamento della quota dovuta, che si potrà effettuare presso lo stand FIVI posto al centro del padiglione fieristico.


L’evento in pillole

Date: sabato 29 e domenica 30 novembre 2014

Luogo: PiacenzaExpo, quartiere fieristico all’uscita del casello di Piacenza Sud

Distanze: 1 ora da Milano, Bergamo, Brescia, Verona. Meno di 1 ora da Mantova, Reggio Emilia, Parma, Alessandria.

Per chi arriva in treno: servizio navetta fra la Stazione ferroviaria di Piacenza e la Fiera

Orari:  sabato dalle ore 12.30 alle 19.30. Domenica dalle ore 11 alle 19.

Biglietto ingresso: Euro 15,00 calice degustazione e catalogo inclusi. Euro 10,00 associati AIS, FISAR, ONAV, SLOW FOOD che esibiranno tessera in corso di validità per l’anno 2014.

 http://www.mailticket.it/spettacolo/2845

Banchi d’assaggio: ben 260 saranno i vignaioli indipendenti presenti, provenienti da 19 regioni italiane e dalla Francia. I visitatori avranno a disposizione oltre un migliaio di vini per soddisfare curiosità e voglia di eno-shopping.

Artigiani del cibo: un nutrito gruppo di artigiani della gastronomia proporrà salumi, formaggi, dolci e prelibatezze provenienti da vari territori.

Ristorante: sarà allestito all’interno del Mercato un vero e proprio ristorante di altissimo livello gestito da l’Antica Corte Pallavicina dei Fratelli Luciano e Massimo Spigaroli, che per tutta la durata dell’evento sfornerà piatti speciali, a partire dalle saporite porzioni del loro Culatello di Zibello.

Spedizione vini: I-DIKA, corriere espresso specializzato presente in fiera, sarà a disposizione per organizzare la spedizione direttamente a casa delle confezioni di vini acquistati.

Carrelli: numerosi e capienti i carrelli a disposizione per poter acquistare in tranquillità le bottiglie.


*Marco Cazzato, classe 1975, torinese di adozione, è illustratore dal tratto inconfondibile, capace di dare forma a percorsi fantastici di grande fascino espressivo. Collabora da molti anni con La Stampa, per la quale dal 2007 illustra la rubrica di Massimo Gramellini, e poi con Einaudi, Il Sole 24Ore, Slow Food, Linus, Baldini Castoldi Dalai Editore… e molti altri. Al suo attivo anche collaborazioni in ambito musicale con i Marlene Kunz e cinematografico con il Torino Film Festival.

Aut

Classe 1988, nato a Codogno e laureato in Giurisprudenza, dopo qualche mese nel mondo della selezione del personale, ora sono District Manager per un gruppo assicurativo francese. Petrolhead da sempre, mi divido tra fotografia (di cui mi dovrò decidere a frequentare un corso) e degustazioni. Il tutto accompagnato dal costante confronto con i fondamentali del social media mktg. Con VitadiStile facciamo divulgazione storica del mondo dell'auto e diamo spazio a giovani appassionati.

1 Comment

  1. Pingback: Mumm e David Guetta insieme...su due schermi: basterà?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *