News

Un tour virtuale nelle officine Abarth.

By  | 

Sareste curiosi di visitare uno stabilimento automobilistico in ogni suo angolo, anche in quelli più inaccessibili ai visitatori? Ebbene, se la risposta è si, sappiate che le vostre curiosità sono state soddisfatte. Per la prima volta in Europa un brand automotive, Abarth, nello specifico, apre le porte del proprio stabilimento di Torino utilizzando la tecnologia Google Street View. Nasce così il “Virtual Tour Abarth”, un’esperienza unica e totalmente immersiva alla scoperta delle Officine Abarth di Torino dove passione e know-how danno vita a vetture uniche per dimensioni e performance.

Realizzato dall’agenzia creativa xister e accessibile dal sito ufficiale Abarth e dalla piattaforma Google Maps, il suggestivo viaggio consente all’utente di visitare ogni angolo della sede dello Scorpione; dalle officine dove ammirare i ponti con le auto su cui lavorano i meccanici, ai dipartimenti tecnici in cui vengono assemblate le vetture, sino alla caratteristica riproduzione dell’ufficio di Karl Abarth.

Il progetto “Virtual Tour Abarth”, presentato in anteprima mondiale al recente Salone di Parigi attraverso l’impiego degli Oculus Rift, è uno strumento davvero innovativo e il primo passo di Abarth verso la “nuova era” del brand, che ancora una volta dimostra una grande attenzione e capacità di adattamento allo scenario tecnologico circostante. Lo strumento, infatti, rappresenta l’evoluzione del catalogo di oggi, permettendo una consultazione più agevole e un aggiornamento più rapido e immediato, per vivere una “Abarth experience” a 360°.

Noi di VdS auguriamo a tutti buona Abarth experience!

Aut

Classe 1988 (inguaribile ottimista), nato a Piacenza, diplomato al liceo linguistico, laureando in scienze internazionali e diplomatiche presso l'università di Bologna. Follemente innamorato, da sempre, di cinema e letteratura poiché, oltre a essere ottimi mezzi di comunicazione sono al tempo stesso anche insostituibili fonti di apprendimento e intrattenimento, che consentono di vivere molteplici vite nell'arco di una sola. Sogno nel cassetto: apportare un contributo rilevante al mondo; e badate...non lo dico tanto per dire; lo dimostra il fatto che non sia in lizza per nessun concorso e che nemmeno abbia intenzione di candidarmi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *