Timekeeper

Mondaine. La storia, l’icona.

By  | 

Ci sono alcune cose il cui design é diventato talmente iconico e “simbolico” che non ci prestiamo più attenzione, e il nostro subconscio le trasforma nello “standard” e “ideale”.
La Leica M, ad esempio, é diventata LA macchina fotografica nell’immaginario collettivo.
La Artemide Tolomeo, LA lampada da scrivania.
La biro della BIC é ben presente nella mente di tutti come LA penna a sfera per antonomasia.

Eppure, forse non tutti sanno, esiste un orologio che all’insaputa di molti si é insinuato nel subconscio della gente diventando L’orologio.

Nel 1944 un uomo chiamato Hans Hilfiker, ingegnere e designer svizzero, diede forma a quello che ancora oggi é forse il pezzo di design d’orologeria più famoso e diffuso.
Il Mondaine.

Le ferrovie svizzere erano in quegli anni alla difficile ricerca di un orologio da porre in ogni stazione del Paese; il design di Hilfiker era assolutamente innovativo per l’epoca: ispirato (o meglio: illuminato) dai principi di BAUHAUS, prevedeva uno sfondo bianco, privo di distrazioni, “tacche” nere e che ispiravano rigidità. Le lancette con il loro disegno austero ma semplice e liberatorio davano l’idea di non dover mai sbagliare un minuto, il tutto finito da una lunga, rossa, squillante, perfettamente visibile, lancetta dei secondi, terminante con il “pallino” diventato un’icona in sé.

Mondaine-EVO-Alarm-face-value-gear-patrol-lead-full

La sensazione visiva di perfezione non era solo un’illusione; al suo interno gli orologi contenevano un meccanismo elettronico estremamente avanzato.
Tornando sul quadrante e osservando con attenzione si può notare che i secondi segnati in nero sono solo 58 sui 360° dell’orologio, anziché i soliti 60 che ci si potrebbe aspettare da un qualsiasi orologio. Questo é dovuto al fatto che la lunga lancetta rossa si ferma per due secondi al termine di ogni minuto nel punto più alto dell’orologio, dando l’illusione che il tempo si sia fermato; la lancetta dei minuti avanza così di un passo con una scarica elettrica e la lancetta rossa può proseguire con un altro ciclo.

Questo meccanismo rivoluzionario chiamato Stop2Go ha permesso alla Società delle Ferrovie Svizzere di migliorare incredibilmente la precisione dei propri treni, che partivano “spaccando il minuto”.
La leggenda narra che sia proprio grazie a questo innovativo meccanismo che sia entrato nel gergo comune il detto “preciso come un treno svizzero”.
Sicuramente leggenda é diventato il design di Hans Hilfiker.

mondaine_full
Nel 1986 la Mondaine inizia a produrre orologi da polso con lo stesso design, rendendolo ancora più famoso e distribuito.
Oggi orologi Mondaine sono esposti nei musei del MOMA, nei Guggenheim, e soprattutto in ogni stazione ferroviaria svizzera, nella Gare de l’Est a Parigi, nella stazione centrale di Bruxelles, oltre che in Leicester Square a Londra e nei centri cittadini di Basilea e Zurigo.

mondaine-railway-clocks

Aut

Nato a Pavia nel 1992, ho vissuto in varie parti d'Italia seguendo la famiglia e, più tardi, seguendo i miei studi in biologia. I viaggi sono una delle mie grandi passioni, ed é proprio viaggiando che mi sono ammalato d'Africa. Landroverista da sempre e proprietario di Defender, amo girare per il mondo e fotografarlo: sin da quando sono bambino ho una macchina fotografica in mano, e un giorno spero di coronare il mio sogno di diventare un fotografo professionista. Adoro le automobili in maniera viscerale. Quelle inglesi mi fanno tremare le gambe.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *