Events

Bobbio-Penice: un pomeriggio di successo!

By  | 

Dobbiamo confessarlo: i risultati della prova di regolarità mattutina non sono stati molto confortanti. Metti l’inesperienza più totale, aggiungi qualche errore di valutazione ed ottieni una classifica modesta. Un problema? No, affatto. Alla prima gara di regolarità spesso conta non perdersi…ed il fatto che siamo giunti al ristorante Filietto sani e salvi è già un grande risultato!

It's a long way to Bobbio...

It’s a long way to Bobbio…

Mentre stiamo degustando gli ottimi salumi piacentini sentiamo parlare di una gara ad eliminazione a Bobbio nel pomeriggio. Un circuito, un tempo limite da rispettare: vince chi non si discosta troppo dalla tempistica prevista. Potevamo forse mancare alla partenza? Certo che no…soprattutto dopo una mattinata avara di successi. A bordo della 124 Sport Coupe si respira aria di sfida mentre sulla Delta LX si confida nel riscatto.

Prima sfida: avversaria della 124 è una Balilla, 35 secondi di tempo. Come affrontiamo la sfida? Francesco è alla guida, navigatore è il sottoscritto. Dotazione? Un cronografo Casio da poco più di 20 €. No, non è una battuta. A fine giro il cronometro si ferma sui 34″11: accediamo al turno successivo. Avversaria una splendida 124 Spider, sfida in famiglia dunque.
Nel frattempo la Delta non riesce a superare il primo turno. Poco male: Andrea e Maurizio Albasi si godono la vista delle Ferrari presenti nel parcheggio adiacente il circuito. A catturare l’attenzione oltre alle rosse è una splendida Chevrolet Camaro dell’equipaggio Daniele Lionello e Nicoletta Branco: vettura che sta certo stretta alla regolarità ma che regala un tocco di Stati Uniti alla platea (quasi) tutta italiana.

Se la Balilla non poteva competere sotto il profilo della ripresa la 124 Spider è certo una cliente di spessore. Nel secondo turno i secondi si riducono a 30: c’è da spingere ma senza esagerare. Il copione si ripete: strappiamo la vittoria sul filo dei centesimi conquistando l’accesso alla fase finale. Siamo increduli e carichi a mille: la possibilità di portare a casa un buon piazzamento è a portata di mano. Chi giunge ad affrontare la 124? Una splendida quanto agguerrita Giulietta. Il tempo da rispettare? 28 secondi netti.

Gara difficile, avversario decisamente tosto. Mentre scandisco i secondi la 124 ha le gomme ormai bollenti tanto che Francesco deve ricorrere alle maniere forti. Ci proviamo ma usciamo sconfitti. Sconfitti? No, non direi proprio…La 124 Sport Coupe infatti è giunta quarta in classifica. Una posizione di tutto rispetto considerando la nostra preparazione (eravamo all’esordio!) e la strumentazione di bordo non certo all’avanguardia. Veniamo premiati dal sindaco di Bobbio e dai rappresentanti del CPAE: un grandissimo onore ed un premio decisamente gustoso…niente coppa è vero; ma tra salame, formaggio e vino c’è da stare allegri!

In conclusione quello di domenica 31 agosto è stato un pomeriggio da ricordare, un’esperienza vissuta tra adrenalina, accelerazioni e frenate rabbiose. Una grande seconda parte di giornata, speriamo la prima di una lunga serie.

Aut

Classe 1988, nato a Piacenza, sono dottore in Giurisprudenza e redattore per Sportpiacenza.it. Collaboro attivamente con un forum di Fantacalcio e scrivo pezzi, dai contorni semi-seri, dedicati alla mia città. Appassionato di informatica, fantascienza in ogni sua declinazione e teatro mi sono avvicinato soltanto da poco al mondo dell’auto d’epoca.
Inguaribile nostalgico, setaccio la rete a caccia di video di Gran Premi anni ‘70 e rally che hanno fatto storia. Come sogno nel cassetto ho una muscle car, magari una Corvette di fine anni Sessanta.