Events

Auto e Moto d’Epoca 2013 – La pagella

By  | 

Come avrete letto, Vitadistile era presente all’edizione 2013 della Fiera di Padova di Auto e Moto d’ Epoca, la città shakespeariana della bisbetica domata ospita infatti un salone di caratura internazionale. In questo post ci dedicheremo alle valutazioni di alcuni aspetti di questo evento fieristico.

 

1 – Struttura: Voto 8

Padova Fiere si conferma sempre una valida struttura dove poter ospitare un evento di alto profilo, capace di attirare quindi un gran numero di visitatori, altri eventi confermano il successo di questo polo come Arte Padova e il Sipac, Salone Internazionale e Professionale Attrezzature per Campings. Fondamentale nei 155.000 metri di estensione creare il binomio aree indoor e outdoor dove, complice il bel tempo di sabato, era possibile sia prendersi un break all’aria aperta e intanto ammirare le auto esposte come quelle del concorso Povere ma Belle. Padova una riconferma.

 

2 – Contesto: Voto 7+

Piena sufficienza ma qui abbiamo il voto più basso in pagella.
Viste le premesse ci aspettavamo migliore questa categoria nel suo complesso.
Il salone ospita in più padiglioni una grande varietà di espositori, dalla ricambistica all’abbigliamento, dalle case d’asta agli stand delle case automobilistiche e dei club. Fin qui tutto come ce lo aspettavamo.
L’Area degli espositori privati invece ci ha deluso non poco: auto molto ravvicinate tra loro, folla che passava con noncuranza in mezzo alle auto urtandole e spostando specchietti, moduli di presentazione delle auto solo parzialmente compilati e molto spesso senza esposto il prezzo di vendita al pubblico.
Informazione quest’ultima che non può mancare in un’area dedicata all’incontro con possibili acquirenti, che vorrebbe essere una vetrina di livello ma purtroppo finisce per tradire un po’ le aspettative.                                                                                                                           Occasione sprecata.

 

IMG_00000154

 

3 – Espositori: Voto 9

Il pezzo forte dell’evento Padova Auto e Moto d’Epoca, stand da tutta Europa, anche alcune belle scoperte.
Si propongono sempre nella dovuta veste gli spazi delle case automobilistiche come Mercedes e Maserati per limitarci a citarne un paio, che della cortesia e del creare sempre un ambiente sofisticato e mai banale hanno fatto il loro cavallo di battaglia.
Molto particolari e originali le installazioni dei club, che hanno puntato sul trasmettere la passione per i modelli di loro interesse.
Triunph per esempio ricrea con un diorama grandezza naturale la scena di un meccanico in officina, il risultato non può che essere un’atmosfera affascinante immortalata dagli scatti di molti visitatori.
Veramente ben creato lo stand degli orologi Raidillon, scoperta di quest’edizione che a breve speriamo verranno commercializzati in Italia. Ho avuto un’ottima impressione dei prodotti ma non vi rivelo altro perché arriverà un post interamente dedicato a Raidillon.

 

 IMG_00000143

4 – Costo e Servizi: Voto 7/8

Padova si conferma in linea con saloni dello stesso livello, sia in termini di costi che di servizi offerti.
Abbiamo apprezzato molto la possibilità di poter acquistare i biglietti online e la previsione di un biglietto cumulativo per poter entrare tutti e 4 giorni di fiera, assolutamente conveniente.
Buona presenza di parcheggi silos in zona ente fieristico che permette di gestire al meglio il grande afflusso di auto dei visitatori. Abbiamo speso 19€ per l’ingresso e 6 € di parcheggio, forse nel totale 3-4€ in più di altri eventi simili, ma nel complesso ne vale il costo.

Buona l’organizzazione.

 

5 – Experience: Voto 8,5
Questa categoria riassume in generale l’esperienza che i partecipanti hanno potuto vivere in quest’edizione 2013.
Il giudizio qui non può che essere molto buono viste le considerazioni già fatte in precedenza, paga solo un mezzo punto alla categoria espositori per la critica mossa all’area privati.

 

Il Salone Auto e Moto d’Epoca e’ un appuntamento da non perdere per tutti gli appassionati.

Per il 2014 non avete scuse.

IMG_00000138

Aut

Classe 1988, nato a Piacenza, golfista in erba. Formazione classica con tesina di maturità su Gianni Agnelli e laurea in giurisprudenza. La passione per l’antiquariato è di famiglia, passando per le macchine fotografiche anni ’50 – ’70, arrivo al motorismo d’epoca. Ho partecipato di recente alla 13 Chilometri Bobbio-Penice, gara di regolarità nella quale, sprovvisto di cronometro, tenevo il tempo con un automatico anni sessanta. Piazzamento dignitoso, giuria incredula!